La mobilità della città metropolitana

Nell’ambito del territorio compreso tra le province di Padova, Treviso e Venezia la mobilità dei cittadini presenta una forte vocazione “metropolitana”, che va al di là dei confini amministrativi tradizionali, delimitando un’unica Grande città. All’interno di questo territorio, la ricerca della Fondazione Pellicani evidenzia come le persone che si muovono quotidianamente all’interno di quest’area urbana utilizzando il trasporto pubblico extraurbano, su ferro e su gomma sono circa 90.000, confermando un sistema di relazioni fortemente integrato.

L’analisi delle rilevazioni delle frequentazioni dei treni indica che nell’ambito del territorio preso in esame si svolge il 73% degli spostamenti ferroviari del Veneto. I dati dimostrano che Venezia rimane il nodo ferroviario più importante perché un centro urbano fortemente attrattivo di flussi provenienti dal resto del territorio: all’interno nella PaTreVe gli spostamenti ferroviari si concentrano prevalentemente sulle stazioni di Venezia (16%), Padova (16%), e Mestre (12%). Tuttavia, una buona percentuale (24%) è rappresentata dalle stazioni minori, a ulteriore testimonianza della vocazione metropolitana del trasporto ferroviario.

Per maggiori informazioni vai al sito http://www.veneziacittametropolitana.eu/