Piano aeroporti: Venezia scalo internazionale, Verona e Treviso “nazionali”

La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al piano nazionale degli aeroporti. Il piano ora sarà sottoposto alla firma del presidente della Repubblica e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Sono stati individuati 10 bacini di traffico omogeneo, determinati in base al criterio di una distanza massima di 2 ore di percorso in auto da un aeroporto di particolare rilevanza strategica:

  • Nord-Ovest,
  • Nord-Est,
  • Centro-Nord,
  • Centro Italia,
  • Campania
  • Mediterraneo-Adriatico,
  • Calabria,
  • Sicilia Occidentale
  • Sicilia Orientale,
  • Sardegna

All’interno di ciascun bacino vi sono aeroporti considerati di interesse nazionale tra cui Verona e Treviso; l’importante e che vengano rispettate due condizioni:

  • la specializzazione dello scalo e una sua riconoscibile vocazione funzionale al sistema all’interno del bacino di utenza;
  • la dimostrazione, tramite un piano industriale corredato da un piano economico-finanziario, che l’aeroporto è in grado di raggiungere l’equilibrio economico-finanziario

Venezia con Roma-Fiumicino e Milano-Malpensa viene classificata come aeroporto strategico intercontinentale a cui, poi, si aggiungono altri 9 aeroporti inseriti all’interno del network europeo: Torino Caselle, Bologna e Pisa/Firenze, Napoli, Bari, Lamezia Terme, Palermo, Catania, Cagliari

Per maggiori informazioni clicca qui