Nel 2012 la stretta sul credito si fa più pesante

Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla Banca d’Italia a febbraio in Veneto il credito alle imprese è sceso del -1,8% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, gravando maggiormente sulle imprese con meno d 20 addetti (-2,3%). Sono le aziende delle costruzioni a soffrire maggiormente della stretta sul credito (-6,5%), mentre nei servizi e nell’industria le contrazioni si mantengono al di sotto della media generale (rispettivamente -1,1% e –1,4%).

L’andamento nel 2012. Il trend negativo di febbraio 2012 evidenzia un sensibile peggioramento delle condizioni di credito dopo che negli ultimi mesi del 2011 il volume erogato dalle banche è stato caratterizzato da un trend crescente: a gennaio, infatti, si è registrata una leggera contrazione (-0,2%), mentre a febbraio, come detto, la variazione negativa si avvicina ai due punti percentuali.

La dinamica degli ultimi sei mesi. In generale, osservando la dinamica degli ultimi sei mesi, le piccole imprese godono di una minore fiducia rispetto alle aziende medio-grandi, mentre a livello settoriale il settore edile risulta quello maggiormente penalizzato registrando rilevanti contrazioni già a partire da novembre. Nell’industria, invece, si è registrato un tasso di crescita medio del +3,2%, mentre nei servizi si osserva un incremento più contenuto (+1,2% in media).

Le famiglie consumatrici. In controtendenza si rileva l’erogazione del credito verso le famiglie consumatrici in cui il dato di febbraio (+1,8%) conferma un andamento crescente, seppure il tasso di crescita risulta più attenuato rispetto a quello dei mesi precedenti. In media negli ultimi sei mesi si registra un incremento del +2,8%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *