Nati-mortalità delle imprese: Veneto maglia nera

Il saldo in Italia tra iscrizioni e cessazioni nel periodo gennaio-maggio 2012 è negativo con un valore pari a -3.604 imprese, ma non in tutte le regioni il bilancio risulta negativo: Lazio (+5.378) e Lombardia (+2.027) attenuano il risultato negativo delle altre regioni con il Veneto a vestire la maglia nera sotto questo aspetto. Nei primi cinque mesi dell’anno si registra, infatti, nella regione un saldo pari a -1.709, ma anche in Emilia Romagna e Piemonte l’andamento risulta fortemente negativo (rispettivamente -1.551 e -1.530). Il settore più colpito è quello delle costruzioni (-3.228 per i lavori di costruzione edifici e -2.156 per le attività di rifinitura), ma anche nel commercio il bilancio è fortemente in rosso (-2.663 commercio all’ingrosso e -1.520 commercio al dettaglio). I dati diffusi da Unioncamere evidenziano, inoltre, come a livello nazionale il numero totale di cessazioni (197.583) nei primi cinque mesi dell’anno risulta superiore a quello registrato negli anni precedenti, persino al dato del 2009 (197.539 chiusure), ma il saldo risulta meno negativo grazie ad una maggiore vivacità nelle aperture (193.979 nel 2012 vs. 186.550 del 2009).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *