Dal decreto “del Fare” nuove risorse per la Pedemontana Veneta

Dal cosiddetto “decreto del Fare” vengono sbloccati nuove risorse per finanziare opere già cantierate o cantierabili. Si tratta di due miliardi complessivi che vengono ricavati dal de-finanziamento parziale di alcune grandi opere come la Tav Torino – Lione (524 milioni), il Terzo Valico Milano – Genova (773 milioni), il progetto di appalto per il Ponte sullo Stretto di Messina (250 milioni). Tali risorse andranno a finanziare opere già approvate dal o già in fase di realizzazione come la Pedemontana Veneta.

Un’altra importante novità del decreto arriva dal taglio da 500 a 200 milioni del valore delle opere in project financing, prive di contributo pubblico, che potranno beneficiare del credito d’imposta per ritrovare l’equilibrio finanziario.

All’interno del decreto inoltre è stato inserito un provvedimento contro il consumo del suolo: si tratta di un disegno di legge che stabilisce che non si può costruire su una nuova area se prima non si è verificata la possibilità di recuperare, riqualificando, gli immobili già esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *