Enel rinuncia al progetto di Porto Tolle

Enel ha chiesto all’Unione Europea lo stop dello stanziamento di 100 milioni di euro per il progetto di cattura dell’anidride carbonica nella futura centrale di Porto Tolle. La notizia sembra sancire la rinuncia definitiva al progetto di riconversione a carbone dell’impianto.

Le cause che hanno portato a chiedere lo stop del finanziamento derivano sostanzialmente da due aspetti:

  • ritardi burocratici derivanti dalla decisione del Consiglio di Stato di annullare l’autorizzazione ambientale per la conversione della centrale
  • la diversificazione del mercato e la contemporanea diminuzione della domanda energetica.

La scadenza del progetto era stata fissata per il 2015, ma Enel ha preferito bloccare la sovvenzione europea, dato che allo stato attuale non c’è ancora una visione chiara di quando e se arriverà il via libera definitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *