A Marghera siglato l’accordo per la riconversione “green”

È stato siglato l’accordo tra i rappresentanti sindacali di Porto Marghera ed Eni Versalis per la riqualificazione del cracking locale e la realizzazione di un nuovo impianto di chimica verde. Il programma complessivo prevede investimenti per circa 200 mln/euro e l’accordo prevede 6 mesi di stop degli impianti, con il riavvio previsto per la prossima metà d’agosto.

Per gestire tale sospensione i lavoratori dovranno usufruire delle ferie residue, seguire corsi di aggiornamento e formazione e, solo in caso di estrema necessità si farà ricorso alla cassa integrazione guadagni, ma senza alcun impatto a livello salariale per i lavoratori.

Sono previste poi nuove assunzioni nei prossimi 18 mesi da avviare al progetto di “chimica Verde” che sara’ operativo dal 2018. Le future produzioni saranno destinate a settori come la cura della persona, detergenti, bio-lubrificanti e prodotti chimici-bio per l’industria petrolifera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *