Debiti regioni: al Veneto solo 90 milioni

Lo scorso 9 maggio le Regioni hanno trovato un accordo concernente il riparto delle somme a disposizione per gli anni 2013 e 2014 a valere sul “Fondo per assicurare la liquidità per il pagamento dei debiti, certi, liquidi ed esigibili diversi da quelli finanziari e sanitari”, evitando così l’applicazione automatica del criterio proporzionale. Secondo tale accordo il Veneto potrà accedere ad un plafond di circa 90 milioni di euro da destinare al pagamento dei debiti non sanitari, il 5,2% del totale. Il versamento avverrà in due tranche: una da 24 milioni per l’anno 2013 ed un da 66 milioni per il 2014.

In base all’accordo stipulato nella Conferenza delle Regioni lo scorso 9 maggio Lazio, Campania e Piemonte saranno le regioni a beneficiare del maggiore contributo per importi pari rispettivamente a  3 miliardi, 1,7 miliardi e 1,4 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *