Da dicembre orario cadenzato dei treni in Veneto

Più treni e attese ridotte per le coincidenze. Sono le linee guida del nuovo piano della mobilità ferroviaria che la Regione conta di introdurre in coincidenza con l´entrata in vigore dell´orario invernale prevista per il 15 dicembre.

Il nuovo piano della mobilità ferroviaria prevede orari cadenzati anche sui treni locali, attivando regionali veloci e regionali che fermano anche in nuove stazioni, utilizzando nuovi convogli. In pratica i treni partiranno in ogni stazione a minuti fissi di ogni ora.

Il programma di cadenzamento prevede, a livello regionale, un incremento del 23% del numero dei servizi; un incremento del 30% dei posti offerti e un incremento del 18% del numero di fermate.

Più in dettaglio, è previsto un sostanziale miglioramento del servizio regionale sulle direttrici Verona-Venezia, Verona-Mantova e Verona-Legnago-Rovigo, in termini di numero di convogli e posti a sedere. Sulla tratta Milano-Venezia è previsto, invece, la soppressione degli interregionali con il taglio delle stazioni di Peschiera, Desenzano, Brescia, Rovato, Chiari, Romano di Lombardia e Treviglio. In pratica chi utilizza quotidianamente i treni sulla linea Milano-Venezia dovrà per forza cambiare a Verona subendo nuovi disagi.

Alcune criticità poi si rilevano sulla mancanza di attenzione verso i volumi di passeggeri negli orari di punta, ma in questo senso, in occasione della presentazione del nuovo piano di mobilità nelle varie province, sono stati convocati i rappresentanti delle varie amministrazioni locali per fare il punto sulle necessità del territorio ed accogliere eventuali suggerimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *