Ad aprile cominceranno i lavori per il tunnel sotto il Semmering

Il ministero austriaco delle Infrastrutture ha confermato che in aprile saranno aperti i cantieri per la costruzione del tunnel di base della ferrovia del Semmering, ultimo anello per completare il corridoio Baltico – Adriatico, destinato a collegare Danzica e Bologna.

Il tracciato esiste già ed è stato inserito dall’Unione Europea tra quelli prioritari, ma va adeguato per farne una infrastruttura ad “alta capacità”. Nel tratto meridionale, tra Vienna e l’Italia, esistevano due soli punti critici, dovuti alla morfologia montuosa del terreno: quello della Koralpe e quello del Semmering. Per superare il primo è stato dato il via nel marzo scorso alla costruzione di un tunnel di 32 chilometri, che dovrebbe essere pronto tra dieci anni. Per il secondo, visto che la ferrovia esistente non consente il transito di container e rappresenta un tracciato storico, proclamato tra l’altro patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco, è stata prevista la costruzione di un tunnel lungo 27,3 chilometri, che supererà un dislivello di 240 metri e che verrà a costare circa 2,8 miliardi. Il progetto ha già superato la valutazione di impatto ambientale (Via) ed in dicembre ha ricevuto anche il benestare della Bassa Austria, che in passato, invece,si era sempre opposta alla realizzazione dell’opera.

I lavori avranno inizio in aprile e riguarderanno inizialmente opere di protezione dalle inondazioni e la costruzione di ponti, mentre la perforazione vera e propria del tunnel incomincerà nel 2014. Il termine dell’opera è previsto nel 2021, quasi in contemporanea con quelli del tunnel della Koralpe, in modo che dopo quella data sia percorribile l’intera linea tra Vienna e l’Italia completando il corridoio Baltico – Adriatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *