Via libera alla Nuova Padana Inferiore

La gara perla Nuova Padana Inferiore è stata approvata dalla Regione Veneto.

Si tratta di una strada ad una sola carreggiata lunga circa 25 km, di cui 17,8 in provincia di Padova e 7,7 in provincia di Verona, che va da Carceri (Padova) a Legnago (Verona). La singolarità sta nel fatto che la strada sarà a pagamento come le autostrade, anche se avrà un’unica corsia per senso di marcia. La Padana Inferiore, secondo la Regione permetterà di spostare il traffico dei mezzi pesanti e leggeri dai centri abitati, riducendo l’inquinamento ed i disagi per le comunità interessate. Il costo previsto è di 292 milioni, con un contributo della Regione intorno ai 35 milioni, il resto dovrà arrivare dai privati. La Giunta Regionale ha appena approvato la gara che individuerà i soggetti chiamati a realizzare la progettazione definitiva, a costruire la strada e a gestirla fino al rientro dell’investimento. Entro la fine dell’anno avverrà l’aggiudicazione della gara, mentre sono previsti circa tre anni per la realizzazione dell’opera.

Come detto la nuova Regionale 10 sarà a pedaggio e verrà adottato un sistema free-flow, ossia senza barriere e caselli ma con telecamere dotate di sensori poste all’inizio ed alla fine della strada ed agli svincoli. Gli automobilisti potranno pagare con delle tessere prepagate o ricevendo a casa la fattura dopo la lettura della targa, mentre per il momento non è contemplato l’utilizzo del Telepass come in altri Paesi che utilizzano questo tipo di sistema. In ogni caso i residenti dovrebbero essere esentati dal pagamento del pedaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *