Il ricorso di Villaverla non ferma i lavori della Pedemontana

Nonostante il Tar del Lazio abbia accolto il ricorso del Comune di Villaverla, il commissionario straordinario non ferma i lavori della Pedemontana Veneta.

Dopo l’accoglimento del ricorso del Comune di Villaverla da parte del Tar del Lazio, il commissario straordinario per la realizzazione dell’opera ha deciso di non fermare i valori, senza paura di incorrere a conseguenze penali ed a costo di incorrere a multe molto salate. Secondo il commissario il Tar del Lazio prima di esprimersi di nuovo, avrebbe dovuto attendere che si pronunciasse il Consiglio di Stato, che aveva temporaneamente autorizzato la ripresa dei lavori, in attesa di pronunciare la sentenza nei confronti dell’esposto presentato da un privato cittadino di Loria. Sulla stessa linea si pone anche la Regione Veneto nella persona del suo assessore alla mobilità, che appoggia totalmente la decisione del commissario. I lavori dunque proseguono, proprio nell’area di Villaverla e Sarcedo, cioè il primo stralcio di progettazione esecutiva approvato dalla Regione.

Intanto l’ex sindaco di Villaverla minaccia di andare per vie legali se i lavori non si fermeranno e non manca neppure la reazione dei comitati “no Pedemontana” riuniti sotto la sigla “Covepa” il cui portavoce ha ribadito che verrà riproposta la denuncia-querela alla Procura, che già era stata presentata dopo la prima sentenza del Tar. Si attendono ora nuovi sviluppi, a cominciare dal pronunciamento del Consiglio di Stato previsto per la prossima settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *