Le grandi opere per rilanciare il Veneto

Sono 37 i programmi strategici di interesse regionale per rilanciare l’economia della Regione.

Se è vero che negli ultimi anni sono cresciute le azioni di protesta e di contestazione da parte di comitati o enti locali contro alcune infrastrutture di pubblica utilità (cfr. osservatorio Nimby) la Regione in questi giorni ha presentato un dossier dove si illustrano i 37 progetti di interesse regionale per rilanciare l’economia del territorio. L’obiettivo è quello di rendere il Veneto appetibile per i grandi progetti sfruttando l’articolo 32 della legge regionale 35 del 2001 in cui si dichiara che l’opera è di pubblica utilità. In pratica con la dichiarazione di “interesse regionale” è possibile accelerare l’iter burocratico riducendo a 8-9 mesi un percorso che in media necessita di alcuni anni per essere completato. In Regione è stata istituito un gruppo di lavoro di tecnici che valuta se il progetto che viene presentato può essere di interesse regionale ed in questa maniera viene aperta un’istruttoria per capire se la procedura può andare avanti o no. Al momento sono 37 i progetti di interesse regionale per un investimento totale di 2,9 miliardi. Di questi 14 sono già stati approvati e sono in fase di avvio i lavori, per 8 progetti è stato dichiarato l’interesse regionale; per i rimanenti 15 sono stati presentati i progetto che ora sono in fase di valutazione. Non per tutti i progetti viene dichiarato l’interesse regionale e non sempre tali opere trovano il consenso della cittadinanza, ma l’importanza di stabilire delle regole chiare e snelle attira gli investitori ed è un sistema per far crescere l’economia nel rispettao il paesaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *