Decreto pagamenti PA: agli enti locali del Veneto vanno 326 milioni

Il decreto 35/2013 consente alle Amministrazioni locali del Veneto di sbloccare pagamenti nel 2013 per un valore di 1,1 miliardi di euro, pari all’8,1% del totale nazionale. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore di oggi la quota maggiore fa riferimento al pagamento dei debiti delle Asl (777 milioni, pari 70% del totale assegnato all’intera regione), mentre la quota restante è destinata agli enti locali con disponibilità di cassa, che potranno pagare i fornitori senza sforare il Patto di stabilità: ai comuni vanno 292 milioni e alle province 34 milioni. Solo 1 milione, invece, sono le risorse destinate ai comuni privi di liquidità per effetto delle anticipazioni della cassa depositi e prestiti.

Per qaunto riguarda le altre regioni Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia si devono accontentare di quote minori (rispettivamente 54 e 55 milioni) destinate prevalentemente ad allargare le maglie del Patto di stabilità dei comuni (rispettivamente il 65% e l’87% delle risorse assegnate ciascuno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *