Veneto tra le regioni più virtuose nella spesa sanitaria

Secondo un rapporto della Ragioneria Generale dello Stato nel triennio 2010-2012 il Veneto registra una contrazione della spesa sanitaria pari a -0,4% contro una media Italia del -0,2%. Il dato risulta ancora più significativo se si tiene conto che la Regione non è sotto piano di rientro, come per esempio si possono ricondurre i trend al ribasso di Lazio e Campania (rispettivamente -0,7% e -1,4%).

In un’ottica di maggiore attenzione ai costi sta per essere presentato in giunta per la sua approvazione definitiva il sistema di autoassicurazione delle aziende sanitarie: un meccanismo che permetterà di dimezzare le spese per i premi pagati da Usl e aziende ospedaliere, che passeranno da 80 a 40 milioni di euro su base regionale. Il nuovo sistema prevede l’intervento dell’assicurazione solo nel caso in cui la richiesta di risarcimento superi i 500 mila euro; per tutti gli altri contenziosi, invece, sarà l’azienda sanitaria a rispondere direttamente. Secondo questo piano sono state definite cinque aggregazioni territoriali (Padova-Rovigo- Adria, Treviso-Belluno; Vicenza; Venezia Verona) cui faranno seguito altrettante gare d’appalto per trovare compagnie assicurative con cui garantire copertura ai contenziosi over 500 mila euro. Per il resto, invece, il paziente, potrà rivolgersi direttamente all’ospedale da cui ha ricevuto le cure contestate: in questo modo si andrà a risarcimento immediato con benefici per il malato e per l’azienda sanitaria stessa, che risparmierà pagando di tasca propria, pescando da un fondo ad hoc, senza bisogno di mediatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *