Busta paga unica in Europa

È stato istituito un tavolo di lavoro tra Eurosportello Veneto, Unioncamere, Anci (sindacato consulenti del Lavoro) e Aniv (Associazione degli ispettori di vigilanza) per studiare la possibilità di definire una busta paga unica integrata europea. L’idea è quella di studiare un cedolino comune a tutti i Paesi Ue dove le voci relative agli aspetti previdenziali, assicurativi e contributivi abbiano la stessa posizione. Un’opera di semplificazione che porterebbe chiarezza e semplificazione, oltre ad una riduzione dei costi per gli adempimenti burocratici.

Di fronte ad una crescente circolazione di lavoratori in ambito europeo emerge, infatti, la necessità di trovare regole comuni per contratti, contributi, previdenza e sicurezza. Lo strumento all’esame potrebbe superare tali diversità e favorirebbe le possibilità di impiego dei lavoratori, indipendentemente dalla loro nazionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *