Primi segnali di ripresa in Veneto

Dopo sei trimestri consecutivi negativi, in Veneto si registrano i primi timidi segnali di ripresa con una variazione congiunturale della produzione industriale nel secondo trimestre dell’anno del +0,2%, mentre su base annua si evidenzia un rallentamento del processo di ridimensionamento (-1,6% rispetto al -2,9% del trimestre precedente).

Secondo l’indagine VenetoCongiuntura realizzata da Unioncamere Veneto, l´andamento negativo della produzione continua a interessare principalmente le microimprese (2-9 addetti) con un calo del -3,6%. A seguire le grandi (250 addetti e più) e medie (50-249 addetti) rispettivamente con una flessione del -1,7 e -1,3%. La performance migliore si registra per le piccole imprese (10-49 addetti) con una variazione del -1%. Per quanto riguarda i settori le diminuzioni più marcate sono state rilevate per i comparti del legno e mobile (-7,2%), marmo, vetro e ceramica (-4,2%).

Gli altri parametri economici. Il fatturato evidenzia un calo contenuto su base annua (-1%), ma in sostanziale aumento rispetto allo scorso trimestre (+3,6%). Gli ordinativi, invece, hanno segnato un calo del -0,8% su base annua, mentre sul fronte occupazionale si registra una perdita del -1,2% su base annua (-1% trimestre precedente), che interessa principalmente le micro imprese (-6,3%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *