Rapporto Invalsi 2013: bene il Nordest

Il Nordovest (Val d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia) si conferma la zona più preparata d’Italia, con valori superiori alla media nazionale (208 rispetto a 200) sia in italiano sia in matematica. Segue il Nordest, mentre i fanalini di coda sono il Sud e le isole, anche se migliorano le performance di alcune regioni, come Puglia, Basilicata e Abruzzo. A livello provinciale prima in classifica si piazza la provincia autonoma di Trento, che consegna risultati positivi in tutti i livelli e gli ambiti, seguita da Bolzano. Questi sono i principali risultati emersi dal rapporto Invalsi 2013, presentato il mese scorso sulla base dei risultati delle classi campione (circa 9.000 su 142 mila) alle prove che si sono svolte in oltre 13 mila scuole dal 7 maggio al 17 giugno.

Il rapporto conferma anche le differenze di genere: le femmine più portate per l’italiano i maschi per la matematica, ma incide in maniera significativa sulle performance degli studenti anche l’indirizzo di studio e il tipo di scuola frequentata.

Per quanto riguarda, infine, gli immigrati, il loro punteggio conferma una maggiore difficoltà di apprendimento rispetto alla media anche se gli stranieri di seconda generazione, nati in Italia, sono molto meno distanti dai propri coetanei italiani rispetto a quelli di prima generazione, nati all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *