Tenui segnali di ripresa per il mercato immobiliare

In Veneto tra l’aprile e il giugno dell’anno in corso sono stati concessi finanziamenti alle famiglie per l’acquisto di una casa per complessivi 508,7 milioni di euro. Secondo i dati diffusi dalla Banca d’Italia si tratta di un dato superiore ai 410 milioni dei primi tre mesi dell’anno, ma inferiore del 23,6% rispetto allo stesso periodo del 2012, quando le erogazioni superarono i 665 milioni e ben lontano dal picco del secondo semestre 2011 quando questa stessa cifra raggiungeva gli 1,2 miliardi. A livello provinciale Belluno ha erogato volumi per 40,3 milioni, facendo registrare una variazione rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno pari a un +126,4%. Negative invece le altre province venete con record negativo a Vicenza: 76,46 milioni erogati (-46,7%).

Anche per il Friuli – Venezia Giulia si registra nel secondo trimestre un leggero progresso sui prestiti concessi alle famiglie per acquistare un immobile: tra aprile e giugno 2013 le erogazione sono state di 118 milioni, in crescita rispetto ai 111 milioni del primo trimestre dell’anno, ma in calo sensibile rispetto ai 149 milioni dello stesso periodo 2012.

In Trentino Alto Adige, invece, si assiste ad una sensibile crescita nel 2° trimestre dell’anno: 176 milioni erogati rispetto ai 107 milioni del primo trimestre e rispetto ai 141 milioni del secondo trimestre 2012 (+24%).

I prezzi delle case. I prezzi delle case in Italia sono continuati a scendere nel terzo trimestre dell’anno. Lo rileva l’ufficio studi del portale Idealista.it, che ha osservato l’andamento delle quotazioni di 97.957 immobili nel periodo luglio-settembre.

A livello nazionale le città in saldo negativo sono diminuite rispetto allo scorso trimestre: i prezzi sono calati in 39 dei 54 centri monitorati, pari al 70% del campione, mentre a giugno la percentuale era stata del 75%.

Il Veneto va particolarmente male, perché la performance peggiore del periodo si registra, su scala nazionale, a Padova (-7,2%); a Venezia il calo è del 3,9%, a Vicenza del -1,8%, mentre Treviso cresce del +4,4% e Verona del +0,2%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *