Turismo: nel 2013 aumentano gli arrivi ma calano le presenze

In Veneto nel 2013 si registra un aumento degli arrivi dell’1,1% rispetto al 2012, grazie al flusso di turisti dall’estero: +2,4% gli arrivi di stranieri contro il -1,3% dei connazionali. Le presenze registrano una flessione complessiva dell’1,3%, per effetto del calo di pernottamenti nel mercato interno (-6% contro il +1,2% del turismo straniero).

Scendendo nel dettaglio, secondo i dati consuntivi della Regione Venetole spiagge risultano le destinazioni più penalizzate con un calo di prenotazioni del 2,8%. In compenso le città d’arte evidenziano un progresso del +3,2% di arrivi e un +2,3% di presenze ed anche le terme, dopo anni di stasi, vantano un +2,5% di arrivi. Stabili lago e montagna, dove però si riducono le presenze.

Per quanto riguarda il movimento negli esercizi ricettivi scendono gli alberghi a 1 e 2 stelle (-7,8%) e anche quelli a 3 stelle: -1,7% di presenze; crescono invece i 4 stelle (+ 3,6%), i 5 stelle e gli hotel di lusso (+2,8%). In rilevante crescita, infine, gli agriturismi: +8,5% di pernottamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *