Nuova Sabatini: primi risultati

Dal 31 marzo è pienamente operativa la cosiddetta “Nuova Sabatini”, lo strumento agevolativo istituito con il decreto legge Del Fare (articolo 2 dl 69/2013) finalizzato ad accrescere la competitività e migliorare l’accesso al credito. È indirizzato alle piccole e medie imprese che realizzano investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuove di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali

Nella prima settimana di apertura (il bando si è aperto lo scorso 31 marzo) sono state presentate 2.010 domande da parte delle imprese per ottenere gli incentivi della legge Sabatini.  In totale le aziende hanno richiesto finanziamenti per oltre 655 milioni di euro e il contributo statale sugli interessi associato ai finanziamenti è pari a circa 52 milioni di euro.

Le richieste presentate dalle imprese sono attualmente in corso di istruttoria da parte della Cassa Depositi e Prestiti. Le banche e gli intermediari finanziari dovranno perfezionare la delibera entro il prossimo 31 maggio.

La seconda finestra per la richiesta della provvista a Cassa Depositi e Prestiti è programmata per il periodo compreso tra l’1 e il 6 maggio.

Per maggiori informazioni vai al link del Ministero dello Sviluppo Economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *