Patto verticale incentivato Regione Veneto

La Giunta regionale del Veneto ha deliberato di trasferire a Comuni, Province e Città Metropolitana, che ne avevano fatto richiesta, una quota regionale del Patto di Stabilità, pari a circa 64 milioni di euro.

Attraverso tale provvedimento viene data la possibilità agli Enti locali di spendere superando i vincoli del Patto di Stabilità. Ciò è possibile in quanto il saldo regionale non muta, dato che la Regione contestualmente diminuisce la propria capacità di spesa.

Dei 64 milioni di euro, 48 vanno a favore dei Comuni e 16 delle Province e della Città Metropolitana.

In tutto sono state presentate 221 domande: 5 da Province e città metropolitane, 216 dai Comuni. Di queste ultime 110 domande sono pervenute da Comuni tra i mille e i 5 mila abitanti per un totale di 10.765.648 euro; 81 da Comuni tra i 5 mila e il 15 mila abitanti per 27.509.454 €; 21 da Comuni tra 15 mila e 50 mila abitanti per spazi finanziari pari a 6.566.059 e 4 da comuni oltre 50 mila abitanti con una richiesta complessiva di 8.009.423 €. A queste si sommano 5 domande da Province e città metropolitane per 9.300.752 €.

Per maggiori informazioni clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *