In Veneto in aumento il numero di licenziamenti

Le crisi aziendali in Veneto nei primi 10 mesi del 2011 sono diminuite (-26%), mentre i dipendenti coinvolti sono passati da quasi 25mila del 2010 a 16mila e 500 circa del 2011. Cala anche la Cig (-35,4% in totale), ma nell’altro verso si segnala una crescita significativa dei licenziamenti, aumentati nello stesso periodo del 6,8% (+23,8% quelli collettivi).

Se da una parte si può, dunque, leggere in senso positivo il calo delle aperture di crisi nei primi dieci mesi dell’anno (da 1.205 registrate nello stesso periodo del 2010 ad 884 nel 2011), dall’altra si deve evidenziare in termini negativi che nello stesso periodo sono entrati nelle liste di mobilità 29mila e 200 persone.

Questi sono i principali dati emersi nell’ultimo rapporto di Veneto Lavoro che mette, inoltre, in evidenza come siano la metalmeccanica, il legno arredo ed in parte l’abbigliamento e l’edilizia i settori più in difficoltà. Anche il commercio ed il terziario, tuttavia, mostrano segnali non molto positivi sotto questo aspetto. Maggiori criticità si riscontrano nelle imprese sotto i 50 dipendenti, che rappresentano oltre il 62% delle crisi aziendali aperte fino ad ottobre. Le ragioni che spingono alla richiesta di procedura di crisi sono principalmente la riduzione della domanda dovuta al mercato, la ristrutturazione/riorganizzazione dell’azienda ed il fallimento o la procedura concorsuale. A livello provinciale le più colpite dalle crisi aziendali sono le province di Padova, Treviso e Venezia.

Il trend che maggiormente preoccupa è però quello relativo ai licenziamenti: nei primi dieci mesi del 2011 si è registrata una crescita significativa: 10.247 inserimenti a fronte degli 8.275 del corrispondente periodo del 2010. Per quanto riguarda i licenziamenti individuali attivati dalle piccole imprese nel periodo gennaio-ottobre 2011 il numero di licenziamenti individuali (18.961) risulta di poco inferiore a quello del corrispondente periodo 2010 (19.073) ed a livello territoriale il maggior numero di inserimenti in lista di mobilità approvati è stato registrato a Treviso sia per i licenziamenti collettivi che per quelli individuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *