Il 12% delle domande di prestito nel 2011 è stata inoltrata per rifinanziare i debiti

Oltre 2 milioni di italiani, nel corso dell’ultimo anno, hanno provato ad ottenere un prestito per consolidare i propri debiti, ma solo 170.000 domande sono state accolte. L’incidenza della domanda di rifinanziamento in Veneto è superiore alla media nazionale (12,2% contro l’11% circa dell’Italia) e la regione si colloca al nono posto in questa particolare graduatoria. Nel complesso l’importo medio delle richieste si aggira intorno a 16.500 euro e l’estinzione del nuovo prestito in media avviene in circa 78 mesi.

In generale le operazioni di consolidamento, che consistono prevalentemente di accorpare in un’unica rata i diversi finanziamenti già in essere, sono più frequenti nel Centro e Nord Italia. Friuli Venezia Giulia (15,9%), Marche e Liguria (entrambe al 13,4%) guidano, infatti, la classifica nazionale, a dimostrazione di come l’interesse per questa opportunità di finanziamento sia più forte in zone che hanno una maggiore familiarità con il credito al consumo e che, di conseguenza, si trovano più spesso nella condizione di voler consolidare i debiti in corso. Guardando, invece, agli importi medi, le cifre più elevate sono richieste nelle regioni del Centro-Sud che, come sottolinea l’analisi compiuta da Prestiti.it, sono le aree in cui al momento si registrano le difficoltà maggiori e dove si rileva un bisogno più elevato di razionalizzare il credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *