In Veneto la spending review salva solo Verona, Vicenza e Venezia

Secondo i criteri fissati dal Governo sui tagli agli enti locali previsti all’interno del provvedimento sulla Spending Review, in Veneto solo Verona e Vicenza si salverebbero, mentre per Venezia verrà istituita la Città metropolitana che prenderà il posto dell’attuale provincia. Per Belluno, Padova, Rovigo e Treviso, invece, si dovrebbero ridisegnare i nuovi confini territoriali accorpando tra loro le diverse realtà provinciali o seguendo altri criteri di aggregazione purché vengano rispettati i nuovi parametri:

  • avere almeno 350 mila abitanti
  • estendersi su una superficie non inferiore a 2.500 km2

In Italia su 107 province, ben 64 dovrebbero scomparire. Le regioni più colpite sono nell’ordine Toscana (con ben 9 province da tagliare: Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena); Lombardia (Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza-Brianza, Sondrio e Varese) e Sardegna (Carbonia, Medio Campidano, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Sassari). Entro i primi di settembre ogni Regione dovrà, inoltre, predisporre il nuovo piano delle competenze; si, perché oltre allo spostamento di uffici, personale e pratiche le nuove Province savranno le deleghe solo per l’mbiente, il trasporto e la viabilità, mentre tutte le altre pratiche dovranno essere trasferite ai Comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *