Veneto avanti per i servizi “intelligenti” nelle città

Il Veneto è 5° tra le regioni italiane come dotazione di servizi avanzati nelle città capoluogo di Provincia. Padova è 16° nella graduatoria complessiva e prima a livello regionale, Treviso invece è fanalino di coda in Veneto, 76° nella graduatoria nazionale. Lo rivela una ricerca promossa da Confindustria Veneto in collaborazione con la società Between group che ha analizzato i 116 comuni capoluogo italiani in base ai servizi offerti sulla mobilità, salute / sanità, educazione / scuola, trasporti, risparmio energetico e rapporto con la pubblica a amministrazione. Si tratta di un modello che definisce la città intelligente, che garantisce un’elevata fruibilità dei propri servizi.

Il Veneto si colloca tra le prime cinque regioni più “smart” con Padova 16° ed in prima fascia (comprende le prime 39 città). Dietro alla città del Santo si collocano nell’ordine Verona (20°), Venezia (26°), Vicenza (35°), tutte in prima fascia, mentre più indietro si trovano Belluno (45°), Rovigo (57°) e Treviso (76°).

Il primato di Padova deriva da elevati punteggi nei servizi per la mobilità, la salute, i servizi della pubblica amministrazione ed il risparmio energetico; Verona si distingue per i progetti / iniziative nella scuola e nell’impiego di energie rinnovabili; a Venezia, invece, esiste un buon livello di interattività dei servizi online offerti dal Comune, oltre ai servizi per la mobilità; Belluno si caratterizza per la presenza di verde urbano, mentre Treviso, che si trova più attardata tra le città venete “pecca” nelle aree di sviluppo sostenibile nonostante risulti molto buono l’indicatore relativo alla raccolta differenziata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *