Nuova impennata di richieste di Cig a luglio

Nel mese di luglio la domanda di Cig da parte delle aziende venete sfiora i 10 milioni di ore; un valore molto elevato che si ritrova solo nel 2009. Una crescita notevole rispetto ai mesi precedenti dell’anno (2,2 milioni di ore in più rispetto a giugno). L’aumento su giugno è determinato dalla crescita delle ore autorizzate di Cig in deroga, passate da 1,3 a 3,3 milioni di ore, in quanto rimangono sostanzialmente stabili le ore autorizzate nella gestione ordinaria e straordinaria. Considerando i primi 7 mesi dell’anno (gennaio-luglio) e confrontandoli con lo stesso periodo degli altri anni della crisi, si riscontra una crescita di 4 milioni di ore rispetto al 2011. Le ore in più sono dovute in parte alla gestione in deroga (dai 14,9 del 2011 ai 16,7 del 2012) e per l’altra da una compensazione tra la riduzione delle ore di straordinaria (- 3 milioni) e l’aumento in quella Ordinaria (più 5,5 milioni).

Nei primi 7 mesi del 2012 la domanda di Cig ha riguardato essenzialmente il settore manifatturiero (industria e artigianato), degli 11,6 milioni di ore autorizzate dall’Inps un terzo esatto – secondo il rapporto della Cisl – è stato richiesto dal settore metalmeccanico, il 16% dall’edilizia e un altro 16% dal quello chimico, della gomma-plastica e del vetro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *