Ancora in calo le vendite nel 2° trimestre

Nel secondo trimestre 2013 le vendite al dettaglio hanno registrato un calo del –2,5% rispetto allo stesso periodo del 2012, trend meno accentuato rispetto alla flessione registrata nel trimestre precedente (-6,8% su base annua). La contrazione dei consumi, sulla base dell’ indagine VenetoCongiuntura, ha coinvolto i comparti del commercio al dettaglio non alimentare e alimentare, con un calo rispettivamente del -5,1% e -4,5%. Stabile invece la dinamica dei supermercati, ipermercati e grandi magazzini (+0,2%).

Qualche segnale positivo si rileva nell´occupazione in cui si registra a livello complessivo un leggero aumento (+0,5%), grazie però esclusivamente a supermercati, ipermercati e grandi magazzini (+1,8%) mentre commercio al dettaglio non alimentare e alimentare hanno segnato cali rispettivamente pari a -3,8% e -1,8%.

Le aspettative per il futuro rimangono negative con previsioni di nuovi ridimensionamenti sia nel fatturato che negli ordinativi (saldi rispettivamente pari a -37,3 e -36,9); più stabile l’occupazione (saldo -8,9 punti) , soprattutto in riferimento al commercio di alimentari (saldo -1,6).

Nel frattempo tra gennaio e luglio 2013 c’è stato un boom nelle chiusure di esercizi commerciali, che hanno interessato oltre 2.500 negozi in Veneto, con un saldo tra nuove aperture e chiusure negativo per quasi 1.400 unità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *