La Legge di Stabilità finanzia (in parte) le infrastrutture del Nordest

Con la Legge di Stabilità approvata dal Governo vengono confermati solo in parte i soldi che nel decreto del Fare erano previsti per alcune delle infrastrutture del Nordest. Quello emerge in questi giorni, infatti, è una scarsa chiarezza su dove i fondi stanziati verranno effettivamente investiti e quotidianamente viene aggiornata la tabella dei lavori in corso e sulle opere incluse o escluse dai finanziamenti previsti. Ad oggi dovrebbero essere confermati:

  • i 400 milioni per il Mose, che nei giorni scorsi ha superato il primo test di funzionamento;
  • per l’Alta Velocità tra Brescia e Padova sono stati confermati 1 miliardo e 600 milioni di euro in 15 anni (120 milioni all’anno);
  • mancano, invece, i 160 milioni stanziati dal decreto del Fare per il completamento della terza corsia della A4.

Il testo della legge è comunque in continuo rimaneggiamento e quindi da qui all’approvazione del Parlamento non sono esclusi nuove modifiche, anche se la speranza degli addetti ai lavori è che l’attuale confusione possa dissolversi velocemente e che gli investimenti che verranno stanziati con la legge di stabilità possano aprire la strada, nei prossimi anni, all’erogazione di nuovi fondi per il completamento delle infrastrutture del Nordest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *