Dal 31 marzo partono i finanziamenti agevolati alle PMI

Sul sito del MiSE si legge che a partire dalle ore 9.00 del 31 marzo 2014 le imprese richiedenti potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi agevolati in caso di installazione di impianti fotovoltaici o per il miglioramento dei macchinari.

Secondo la “Nuova Sabatini” l’incentivo statale consiste in un contributo economico volto a coprire gli interessi del finanziamento bancario agevolato, richiesto per effettuare gli investimenti previsti dal Bando, con la tutela del Fondo di Garanzia per le PMI sull’80% dell’ammontare del finanziamento concesso.

Le risorse stanziate presso Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) ammontano a 2,5 miliardi di euro, con la possibilità di essere incrementate fino a 5 miliardi con successivi provvedimenti. Il plafond verrà utilizzato dalle banche e dagli intermediari finanziari che abbiano aderito a una o più apposite convenzioni tra MiSE, ABI e Cdp per concedere finanziamenti tra 20.000 e 2 milioni di euro alle micro e PMI. La copertura degli interessi a carico delle imprese spetta invece al MiSE: lo stanziamento complessivo di bilancio è pari a 191,5 milioni di euro per gli anni 2014-2021. Il contributo è pari all’ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento convenzionale con rate semestrali, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni

Per quanto riguarda il fotovoltaico, tuttavia, l’Agenzia delle Entrate ha specificato che l’installazione dell’impianto deve risultare «funzionale allo svolgimento dell’attività d’impresa laddove rientri nel concetto di impianti». Infatti, la norma principale per accedere ai fondi resta il prestito finalizzato al rilancio materiale o energetico degli strumenti usati dall’impresa per lavorare.

Per seperne di più vai al sito del MiSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *