Mappa sulle “smart cities” europee

La Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia (ITRE) del Parlamento europeo ha pubblicato uno studio intitolato “Mapping Smart Cities in the EU”, per monitorare e conoscere le iniziative finalizzate a trasformare le città in centri urbani innovativi, avanzati e sostenibili in base a sei caratteristiche:

  • Smart Economies,
  • Smart Mobility,
  • Smart Environment,
  • Smart People,
  • Smart Living,
  • Smart Governance.

L’indagine considera un campione di 468 città europee con almeno 100.000 residenti e tra queste 240 (51%) hanno implementato o proposto un’iniziativa Smart City. I paesi che presentano il numero più alto di città intelligenti sono l’ Italia, il Regno Unito e la Spagna. Tra le città italiane la maggior parte delle soluzioni si concentrano sui trasporti / mobilità, governo del territorio e salvaguardia ambientale, meno, invece, se si fa riferimento all’ambito economico.

Lo studio ha portato poi all’analisi di alcuni “casi studio” come Milano e Firenze per analizzare l’impatto delle iniziative intraprese al fine di identificare i fattori che hanno portato al loro successo.

Dallo studio, infine, emergono importanti conclusioni sulla più ampia diffusione delle iniziative legate alle città intelligenti, quali il ruolo strategico dei cittadini nello sviluppo e nell’esecuzione di alcune iniziative, la partecipazione di società private come attori chiave accanto alle autorità cittadine ed alle imprese locali e la creazione di piattaforme comuni tra città intelligenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *