Fallimenti di imprese: +10% nei primi sei mesi del 2014

Nel primo semestre del 2014 in Italia i fallimenti di imprese sono stati 8.101, il 10% in più rispetto a giugno 2013. La Lombardia si conferma la regione d’Italia in cui si registra il maggior numero di fallimenti, con 1.772 casi, pari al 21,9% del totale nazionale. La seconda regione più colpita è il Lazio, con 871 imprese chiuse nel 2014 e un’incidenza sul totale Italia del 10,8%. Segue la Campania con 692 casi e relativa incidenza dell’8,5% e al quarto posto, secondo i dati Cribis D&B, si colloca il Veneto con 661 fallimenti (pari all’8,2% del totale nazionale).

L‘edilizia e il commercio sono i macrosettori più colpiti: nei primi sei mesi dell’anno nel settore edile si contano 1.664 imprese fallite di cui 989 tra i costruttori di edifici e 675 tra gli installatori. Nel commercio si registrano complessivamente 2.240 fallimenti di cui il 48% circa relativi alle vendite all’ingrosso. Nel commercio al dettaglio hanno chiuso 372 ristoranti e bar, 301 imprese di abbigliamento e accessori, 135 esercizi alimentari, 126 negozi di arredamento e articoli per la casa.

Per maggiori informazioni scarica l’analisi completa sul sito di Cribis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *