Pil Procapite: Veneto +11% rispetto alla media europea

Nel rapporto di Eurostat sul prodotto interno lordo procapite delle regioni europee un cittadino Ue può contare su un reddito di 26.600 euro all’anno (dati 2013). Non ci sono regioni italiane tra le prime 20 d’Europa, ma anche nelle ultime 20

I dati Eurostat confermano inoltre l’allargamento del divario tra il Nord e il Sud dell’Italia. Tra il 2012 e il 2013, il Pil pro-capite delle regioni del Nord Italia è rimasto sostanzialmente stabile (restando di circa un quarto superiore alla media Ue), mentre è calato significativamente nel Sud e nelle isole (dove si attesta intorno al 63-64% della media Ue).

La Regione italiana più ricca è la provincia autonoma di Bolzano, che rientra nelle prime 30 Regioni europee; la più povera, invece, è la Calabria con un pil pro capite pari al 57% della media europea. L’area più ricca è quella del Nord Ovest, seguito da Nord Est, Centro, Sud e Isole.

Dopo Bolzano la più ricca è la Lombardia (+34% rispetto la media europea), seguita da Valle d’Aosta (+32%), provincia autonoma di Trento (+27%), Emilia Romagna (+20%), Lazio (+18%), Liguria (+12%), Veneto (+11%), Friuli Venezia Giulia e Toscana (+7%) e Piemonte (+6%). Sotto la media europea si collocano nell’ordine Marche (93%), Umbria (90%), Abruzzo (85%), Molise (70%), Basilicata e Sardegna (69%), Campania (63%), Sicilia e Puglia (61%) e per chiudere la Calabria (57%)

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *