Piano contro il dissesto idrogeologico

Il Governo ha annunciato lo sblocco operativo (lista delle opere, risorse, progetti) della prima parte del “Piano stralcio” per le aree metropolitane, con 33 opere per 650 milioni di euro di risorse statali e 150 milioni di risorse regionali o già esistenti, e che vale dunque in tutto 800 milioni di opere cantierabili a breve.

Il “Piano stralcio” vale in realtà di più, 132 opere per 1.303 milioni di finanziamento statale e 1.539 di valore complessivo, ma la parte finanziata è solo quella da 800 milioni (650 milioni statali).

Le 33 opere, per 800 milioni, sono collocate nelle aree con più popolazione a rischio e consistono in gran parte nella costruzione di strutture che consentono a fiumi e torrenti di esondare senza rischi. Per quanto riguarda le città del Veneto si tratta di due cantieri a Padova per i torrenti Astico e Orolo (per un valore 42,3 milioni) e uno a Venezia per un intervento che vale 67,5 milioni (61,8 statali).

Il Governo dovrà trovare nella legge di Stabilità i 650 milioni che mancano al piano stralcio, e ha spiegato che si sta lavorando a due piani stralcio per le frane, da un miliardo, e per le coste, da 300 milioni.

Per maggiori informazioni clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *