Tagli ai finanziamenti dei centri residenziali per malati gravi

Nell’ottica di riduzione della spesa pubblica la Regione Veneto ha approvato una delibera che diminuisce i contributi alle residenze extraospedaliere per pazienti non in fase acuta e quindi non ricoverabili ma nemmeno in grado di stare a casa. Si tratta in particolare degli ospiti nelle cosiddette “Grandi strutture“, centri per i quali si svolgono quote significative di assistenza intensiva prolungata nel tempo oltre il normale periodo di 120 giorni.

Anche se tali tagli sono stati momentaneamente sospesi (almeno fino al 31 marzo), la quota di rilievo sanitario stabilita per gli ospiti in tali strutture, ridefinita “ad elevata intensità assistenziale”, prevede una spesa giornaliera a carico della Regione pari a 95,00 €, con una compartecipazione da parte dell’utente o del suo Comune di residenza intorno a € 40,00 giornalieri.

Le strutture interessate a tale provvedimento sono le seguenti:

  • Il Cardo di Montecchio Precalcino (38 posti – ULSS 4)
  • Istituto C.Gris di Mogliano Veneto (80 posti – ULSS 9)
  • OPSA di Sarmeola di Rubano (120 posti – ULSS 12)
  • Istituti Polesani di Ficarolo (60 posti – ULSS 18)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *