Le alleanze strategiche del Veneto

Dopo la fase per il recepimento e la regolamentazione del Gect (Gruppo europeo di cooperazione territoriale), il contenitore che consente di attuare progetti di cooperazione territoriale cofinanziati dalla Comunità, ed il successivo accordo nel novembre scorso a Venezia, si è insediata ieri a Klagenfurt l’assemblea in cui Zaia è stato nominato presidente dell’Euroregione. Si tratta di un’alleanza politico-economica tra Veneto, Friuli – Venezia Giulia e Carinzia che dovrà operare in sede europea per attirare maggiori finanziamenti per i progetti condivisi. Nello stesso tempo, almeno per quanto riguarda il Veneto, attraverso la cooperazione transfrontaliera si potrà vigilare sul “fenomeno migratorio” delle imprese venete oltre confine.

Macroregione del Nord. Le alleanze strategiche del Veneto non sono rivolte solo all’estero, ma qualcosa si muove anche sul fronte interno: è della settimana scorsa, infatti, l’accordo per la costituzione della macroregione alpina: un’alleanza per rendere più competitive le Regioni del Nord nei negoziati sia con lo stato centrale che con l’Unione Europea. Per il momento questo nuovo soggetto istituzionale non è ancora operativo, ma a breve sarà presentato un documento stratetico in cui si illustreranno gli ambiti di intervento ed in cui verranno definite le competenze delle singole regioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *