Veneto virtuoso per il riciclaggio di elettrodomestici

Nel 2012 Ecodom (Consorzio italiano per il recupero e il riciclaggio degli elettrodomestici) ha trattato 71.800 tonnellate di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) tra frigoriferi, condizionatori, scalda-acqua, lavatrici, lavastoviglie, forni e cappe, da cui sono state ricavate 46.468 tonnellate di ferro, 1.722 tonnellate di alluminio, 1.328 tonnellate di rame e 5.892 tonnellate di plastica, evitando così l’immissione in atmosfera di oltre un milione e 200mila tonnellate di anidride carbonica (CO₂). L’utilizzo delle materie ottenute dal riciclo, inoltre, ha consentito un risparmio energetico di circa 134.000.000 kWh di energia elettrica, rispetto alla quantità necessaria per ottenere gli stessi volumi di materie prime “vergini”

In testa alla graduatoria delle regioni più virtuose, in base ai dati di Ecodom, si conferma la Lombardia (con 12.250 tonnellate di RAEE trattati); seguita dal Veneto (con 7.323 tonnellate di RAEE gestiti) e dalla Sicilia (con 6.967 tonnellate di RAEE).

Tuttavia, l’analisi sull’attività dello scorso anno evidenzia che il quantitativo di rifiuti elettrici ed elettronici ritirato e trattato dal Consorzio in tutto il 2012 (circa 71.800 tonnellate, pari a circa il 30% di tutti i RAEE gestiti in Italia) ha subito un calo significativo rispetto all’anno precedente (-17%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *