Salgono al 10,7% le sofferenze bancarie delle imprese del Veneto

Il valore complessivo delle sofferenze in capo alle imprese è, in Veneto, pari a 10.783 milioni di euro (dati al 30/06/2013). Rispetto all’anno precedente (valore registrato a fine giugno del 2012) i prestiti alle imprese in sofferenza sono aumentati del 21,9% mentre per la media italiana la crescita è stata leggermente superiore (+23,8%). Tuttavia, secondo i dati della Banca d’Italia, nel medio periodo (da fine 2008 a fine 2012), le sofferenze in capo alle imprese venete sono aumentate di più rispetto a quanto registrato per l’Italia (rispettivamente +218,4% vs +200,8%).

Il bilancio complessivo per le imprese venete offre, dunque, un quadro non ancora molto incoraggiante anche se nell’ultimo periodo il trend delle sofferenze in regione è più contenuto rispetto ad altre realtà come la Lombardia (+228,4%). Nelle altre regioni del Nordest si assiste ad un fenomeno di crescita più lieve con Trentino – Alto Adige che registra un +150,2% nell’ultimo anno, mentre in Friuli – Venezia Giulia l’incremento vale +172,6%.

L’incidenza delle sofferenze bancarie per le imprese in Veneto (10,7% a fine giugno del 2013) è al di sotto della media italiana (11,4%), anche se nell’ultimo anno la quota è salita di oltre due punti percentuali. Rispetto al trend medio nazionale il fenomeno è leggermente più contenuto (rispettivamente Veneto +2,2%; Italia +2,6%), ma Friuli – Venezia Giulia (9,9% incidenza sofferenze su totale) e soprattutto Trentino – Alto Adige (5,7% delle sofferenze sul totale) evidenziano andamenti ancora migliori nell’ultimo anno (rispettivamente +2,1% e +1,1%).

One Reply to “Salgono al 10,7% le sofferenze bancarie delle imprese del Veneto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *