Verona e Vicenza verso l’area metropolitana

Nel ddl licenziato dal Governo prima dell’estate le città metropolitane indicate erano 10: Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria. In questi giorni sono al vaglio alla Camera alcuni emendamenti che estenderebbero il numero di città metropolitane. Tra questi è stato approvato ieri un sub emendamento sul provvedimento di legge sulle Città Metropolitane che dà la possibilità, qualora due provincie confinanti che complessivamente raggiungono la popolazione di almeno un milione e 500mila abitanti, che i due comuni capoluogo e altri comuni che rappresentano complessivamente almeno 350.000 abitanti per provincia, possono ottenere il riconoscimento di città metropolitana purché nella proposta degli enti territoriali venga individuato il comune capoluogo della città metropolitana.

Lo status di città metropolitana consente una serie di vantaggi notevoli, a partire dall’accesso ai fondi di finanziamento europei, ma ora, in attesa del passaggio del provvedimento al Senato per l’approvazione definitiva, la questione si sposta sulla decisione del comune capoluogo ed in questi termini non sarà facile trovare un accordo tra Vicenza e Verona, oltre al fatto che l’area metropolitana si potrebbe estendere anche alla provincia di Rovigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *